fbpx
g

Gravida proin loreto of Lorem Ipsum. Proin qual de suis erestopius summ.

Recent Posts


    Follow Us:
    Torna in Cima
    Image Alt

    L’assistente dello studio medico: 5 competenze fondamentali

    L’assistente dello studio medico: 5 competenze fondamentali

    Lo studio medico è la nostra impresa: non solo clienti da gestire (i pazienti) e servizi da offrire (terapie e soluzioni per i loro bisogni) ma anche organizzazione dell’agenda, gestione delle collaborazioni e relazioni con colleghi, fornitori, istituzioni, formazione da svolgere, quella obbligatoria e quella necessaria per la crescita professionale.

    Per poter affrontare e svolgere tutte queste incombenze, la figura dell’assistente medico diventa fondamentale all’interno di uno studio medico.

    Ma come valutare i candidati? E prima ancora come fare un annuncio? Quali competenze richiedere?

    Abbiamo preparato un elenco, ecco le top five.

    1.Ottime doti comunicative e relazionali: l’assistente sarà la prima persona con cui il paziente entrerà in relazione, telefonicamente o di persona, perciò dovremo richiedere delle doti comunicazionali e relazioni ben sviluppate. Non serve solo educazione, gentilezza ed empatia ma anche un’ottima capacità di ascolto: è importante prenderci cura del paziente fin da subito, cercando di comprendere le sue necessità e provando a soddisfare i suoi bisogni.

    2.Riservatezza e discrezione: qualunque sia la nostra specializzazione e il nostro campo, avremo a che fare con malattie, patologie, problematiche. L’estrema riservatezza e discrezione sono caratteristiche imprescindibili e primarie che un assistente medico deve possedere.

    3.Conoscenze informatiche: software per le fatturazioni, database clienti, gestione dei social e del sito web sono alcune delle azioni che quotidianamente vengono svolte in uno studio medico. Un buon assistente deve conoscere il pacchetto Office, destreggiarsi nel mondo dei social e in generale avere la volontà di imparare ad usare eventuali software gestionali che sempre di più sono user friendly e non occorre una grande preparazione.

    4.Doti organizzative: è una competenza trasversale che soggiace a molti aspetti dello studio medico. Dall’agenda degli appuntamenti alla pianificazione delle visite degli informatori, dei fornitori, fino alle attività formative: l’assistente medico deve saper calendarizzare tutto in considerazione della disponibilità di tutti i soggetti coinvolti e con la finalità di organizzare il lavoro nel migliore dei modi possibili. E’ questa forse la competenza principale che questa figura deve possedere perchè una buona organizzazione di tutti gli aspetti dello studio medico garantisce un flusso di lavoro coordinato e senza troppe interruzioni.

    5.Inglese: anche se non strettamente necessaria, la lingua inglese è ormai sempre più presente nelle nostre vite professionali. Non solo per eventuali clienti stranieri ma per fare delle ricerche di articoli e pubblicazioni interessanti per il medico e tutto lo studio.

    Il nostro consiglio è dunque quello di prevedere sempre un assistente medico all’interno del proprio studio medico, soprattutto se si tratta di uno studio associato o dove comunque ricevono più professionisti, magari anche con specializzazioni diverse. Sarà l’anello di congiunzione tra le esigenze di tutti, medici e clienti, e garantirà un’immagine di alta professionalità.

    Richiedi informazioni







      Autorizzo il trattamento dei miei dati personali (Informativa)